back to » Orientale

Grecia: isola di Arki

Isola di Arki Isola di Arki Maurizia Novelli
(0 Voti)

L’isoletta di Arki fa parte del Dodecanneso ed è situata a circa 3 miglia a N di Lipsi e ad una decina di miglia a NE di Patmos.

arki 2 arcipelago earth

Il tratto di mare che circonda le isole di Lipsi ed Arki è costellato di isolette e di scogli, quindi è necessaria una certa prudenza nella navigazione.

arki 3 scogli

Arki offre qualche possibilità di ormeggio ed ancoraggio, come descriverò di seguito in modo dettagliato.

arki 4 dettaglio earth

Porto Augusta

Si tratta di una insenatura molto stretta situata sulla costa W di Arki, riparata praticamente da tutti i quadranti.

Avvicinamento, pericoli

All’ingresso prestare attenzione ad una secca rocciosa che sporge di una quindicina di metri dalla punta N della baia.

arki 5 augusta porto stretto

Le profondità sono di 4-5 metri al centro, e risalgono ai lati dell’insenatura.

Ancorare e accostare di poppa o di prua alla banchina situata in fondo alla baia.

Fondo di 2-3 metri, buon tenitore.

La banchina è molto protetta, ma è necessario avere l’accortezza di arrivare presto, se si vuole trovare posto.

In alternativa si può anche ancorare sul lato E della rada, filando delle lunghe cime a terra.

A terra due trattorie.

arki 6 augusta

Il piccolo paesino è piuttosto tranquillo e può succedere di assistere a una “movida” molto particolare...

arki 7 augusta

Porto Stretto

Situato immediatamente a SE di Porto Augusta, Porto Stretto è costituito da due insenature strette e profonde, ridossate dal meltemi, anche se la rada è sferzata da raffiche violente in caso di vento forte.

Questi ancoraggi sono completamente aperti ai flussi meridionali.

In quella più ad W il ristorante Isidoro (in cui si mangia molto bene) ha installato due o tre gavitelli per l’ormeggio, molto robusti, in grado di sopportare in sicurezza venti forti.

In alternativa dare ancora dove indicato nella precedente immagine dal satellite, eventualmente  filando delle cime a terra e valutando di calare anche la seconda ancora se le previsioni sono di rinforzo del vento.

Tener presente che il fondo di alghe non garantisce ovunque una buona tenuta.

Equipaggi di amici mi hanno segnalato la presenza di topi.

arki 8 porto stretto

Nisis Marathos

L’isoletta di Marathos, situata immediatamente ad W di Porto Stretto.

Lungo la sua costa E si apre un’insenatura discretamente ridossata dal meltemi ma aperta ai venti meridionali.

arki 9 marathos earth

Avvicinamento, pericoli.

Evitare il passaggio tra l’isola di Maratos e l’isoletta di Spalato per evitare una secca rocciosa che ostruisce centralmente il canale.

Entrare nella rada con rotta E.

Nell’insenatura due trattorie hanno installato alcuni gavitelli per l’ormeggio, da usare comunque con prudenza in quanto non sicuri con vento forte.

Non avvicinarsi troppo alla riva N della rada perché i fondali risalgono piuttosto rapidamente verso riva.

Possibile anche dare ancora, mantenendosi al di fuori dal campo boe.

I ristoranti rispondono al VHF Ch 12 per assistenza all’ormeggio.

arki 10 marathos

La precedente foto ritrae il campo boe di Marathos.

Sullo sfondo si distingue l’isola di Arki e le insenature di Porto Stretto.

Ancoraggio di Makronisi

Immediatamente a SE dell’isola di Arki, un gruppo di piccole isolette a scogli (il più esteso dei quali è Makronisi) offre la possibilità di ancoraggi incantevoli e sicuri anche per passarvi la notte, in un mare limpidissimo dai colori caraibici, al punto che questa zona viene anche chiamata Le Piscine.

arki 11 makronisi earth

Avvicinarsi agli ancoraggi con rotta S evitando di percorrere i canali indicati con un ovale rosso, ostruiti da bassi fondali e percorribili solo con imbarcazioni di modestissimo pescaggio (tender).

Ovviamente questo ancoraggio è molto conosciuto, apprezzato e frequentato dalle imbarcazioni e di conseguenza in piena estate è praticamente indispensabile portare delle cime a terra in modo da evitare il brandeggio per consentire la sosta a tutti, per lo meno nei punti di ancoraggio che ho indicato con i numeri 1, 2, 3.

Se invece si ancora nel punto 4, generalmente si può stare alla ruota (e andare a farsi un giretto in tender per un bagno straordinario).

Ovviamente se si riesce a navigare fuori stagione le barche all’ancora sono poche e non è necessario portare cime a terra.

La cornice di questo ancoraggio è davvero estremamente suggestiva ed è consigliabile fare una sosta, almeno per un bagno!

arki 12 makronisi

 

share this item
facebook googleplus linkedin rss twitter youtube
item hits
Letto 641 volte