back to » Occidentale

Ibiza: isola Conejera

Ibiza: Isola Conejera Ibiza: Isola Conejera Maurizia Novellii
(3 Voti)

La piccola isola di Conejera, situata a poco meno di 4 miglia a W della rada di San Antonio, offre un piacevole ridosso da venti occidentali quando si naviga lungo la costa ovest di Ibiza.

conejera 2 generale earth

 

Avvicinamento, pericoli

Provenendo da E (per esempio dalla rada di San Antonio), l’avvicinamento all’isola è diretto e privo di pericoli.

Provenendo da W o da SW si incontra un gruppo di piccole isolette alle quali va prestata attenzione.

conejera 3 generale earth

 

Le Isole Bledas sono poco più che grossi scogli che ho indicato con un ovale giallo sulla precedente immagine dal satellite.

Evitare di passare tra l’una e l’altra.

L’isola del Esparto si può lasciare indifferentemente ad E oppure ad W, in quanto il canale tra l’isola e la Punta Embarcador è navigabile.

Da evitare assolutamente il passaggio tra l’Isla Bosque e la costa di Ibiza perché completamente ostruita da secche ad E e a W delle quali è possibile ancorare (Cala Conta).

Ho indicato il passaggio da evitare con un ovale rosso.

Per quanto riguarda il passaggio tra l’Isola Conejera e l’Isola Bosque (che ho indicato con un ovale rosa), tener conto che una stretta barra di sabbia e rocce si protende tra l’una e l’altra isola, con profondità che nel punto centrale del passaggio raggiungono i 3-3,5 metri.

Va da se che tale passaggio può essere affrontato solo con estrema cautela, da imbarcazioni con pescaggio limitato, in condizione di mare calmo e consultando le carte nautiche.

Noi abbiamo preferito aggirare l’isola ed evitare tale passaggio.

Ancoraggio

La costa E dell’Isola Conejera offre un ancoraggio piuttosto piacevole, ridossato da venti occidentali: l’insenatura di Estancia des Dins.

conejera 4 dettaglio earth

 

Il fondale è prevalentemente costituito da alghe, ma mantenendosi nella zona che ho approssimativamente indicato con il simbolo di un’ancora gialla, si riescono ad individuare due o tre sacche di sabbia, non molto estese, a circa 9 metri di profondità, che garantiscono un ancoraggio di buona tenuta.

conejera 5 ancoraggio

 

La parte più a N della insenatura, invece, ha fondale costituito prevalentemente da roccia e grosse pietre, per il quale è consigliabile l’uso di un grippiale.

Molto frequentemente i vigilanti della posidonia vengono a controllare se le imbarcazioni hanno calato l’ancora su alghe.

Poichè anche la catena non deve stare sulle posidonie, è praticamente scontato che si venga invitati ad abbandonare l’ancoraggio.

Di fatto vengono tollerate solo le imbarcazioni che hanno ancorato su roccia.

Di conseguenza tale ancoraggio, anche se piuttosto gradevole e comodo per la sua vicinanza a San Antonio, finisce inevitabilmente per essere sfruttabile solo per brevi soste diurne.

Servizi a terra

Un piccolo porticciolo (vedere foto seguente) consentirebbe di sbarcare comodamente con il tender, ma un cartello avvisa che è vietato sbarcare sull’isola.

conejera 6 porticciolo

 

Quindi dei piccoli chioschi bar/ristoranti di cui parla qualche portolano, non vi è traccia alcuna.

La sola costruzione dell’isola è il faro che ne sovrasta l’estremità N.

conejera 7 faro

 

conejera 8 faro

 

Per passare la notte ci si può ad esempio spostare nella vicinissima Cala Conta (ad E oppure ad W delle secche situate tra l’isola del Bosque e la costa di Ibiza), oppure a Cala Basa, oppure nella insenatura di Port del Torrent, o entrare nel porto di San Antonio.

share this item
facebook googleplus linkedin rss twitter youtube
item hits
Letto 416 volte