back to » Centrale

Corsica: Baia di Cupabia

(0 Voti)

La bella, ampia e comoda rada di Cupabia si trova lungo la costa occidentale della Corsica tra Aiaccio e Propriano, in particolare a 15 miglia a SE del Passo delle Sanguinarie e a 8 miglia a NW di Propriano.

Sulla seguente immagine dal satellite ho indicato, oltre a quello di Cupabia, anche gli ancoraggi di Punta Parata, della Rada di Chiavari (Golfo di Aiaccio Sud), di Porto Pollo, di Portigliolo e di Campomoro (Golfo di Valinco), che ho diffusamente descritto in articoli dedicati, ai quali rimando.

cupabia 2 generale earth

Avvicinamento, pericoli

In avvicinamento da NW arrotondare bene Cap Muro e Capu Neru, dai quali sporgono scogli.

Prestare particolare attenzione, provenendo da Propriano e da Porto Pollo, alle secche insidiose che sporgono ampiamente da Punta de l’Olga.

In tutta questa zona, avvicinandosi alla costa, procedere con cautela consultando le carte nautiche.

Ho indicato in modo approssimativo la posizione dei pericoli con dei punti rossi sulla seguente immagine dal satellite.

Per il resto l’accesso alla Baia di Cupabia è diretto.

cupabia 3 generale earth

Ancoraggio

La rada è racchiusa tra dolci rilievi verdeggianti ed è orlata a NE da una bella spiaggia di sabbia abbastanza frequentata da bagnanti sia perché raggiungibile in auto da una strada, sia perché alle spalle della spiaggia si trova un campeggio.

cupabia 4 dettaglio earth

 

Ancorare su di una ampia sacca di sabbia chiara, preferibilmente su di un fondo di 7-10 metri, buon tenitore, che digrada abbastanza dolcemente verso il largo.

Nelle manovre di ancoraggio non avvicinarsi troppo alle rive dalle quali sporgono scoglietti e secche rocciose, la cui posizione ho approssimativamente segnalato con degli ovali rossi sulla precedente immagine dal satellite.

L’insenatura è ben ridossata dai venti da N, NE, E e SE, ma è completamente aperta a libeccio.

cupabia 5 spiaggia

 

Un recinto che corre alle spalle della spiaggia impedisce giustamente ai bagnanti di spingersi fino alle dune sabbiose retrostanti al fine di preservarle.

Servizi a terra

Un chiosco sulla spiaggia funge da bar ristorante.

cupabia 6 chiosco sulla spiaggia

 

Il campeggio alle spalle della spiaggia è dotato di ristorante e minimarket per spese essenziali.

Noi non l’abbiamo verificato, ma nelle immediate vicinanze del posteggio retrostante al campeggio probabilmente si trovano bidoni per la raccolta dei rifiuti.

Cosa vedere a terra

Con il tender è possibile e consigliato fare un giro delle rive che circondano l’insenatura, alla ricerca di angoli molto suggestivi per bagni piacevoli lontano dalle imbarcazioni.

A titolo informativo segnalo la presenza dell’interessante Sito archeologico di Filitosa, situato nel comune di Sollacaro a circa una decina di Km a N della cittadina di Propriano.

Molto antico (risale al IV-II millennio a.C. ossia tra la fine del Neolitico e l’inizio dell’Età del Bronzo), ospita dei menhir sui quali sono stati scolpiti volti umani.

cupabia 7 filitosa

 

Ovviamente, se si vuole visitare il sito, la cosa più opportuna è entrare in porto a Propriano (Porto Valincu, che ho diffusamente descritto in un articolo dedicato, al quale rimando).

Per maggiori notizie circa l’area archeologica di Filitosa, andare al sito.

share this item
facebook googleplus linkedin rss twitter youtube
item hits
Letto 277 volte
Altro in questa categoria: « Corsica: Ansa di Tuara