back to » Consigli Utili

Cabrera: autorizzazione e come prenotare la boa

Isola di Cabrera - campo boe Isola di Cabrera - campo boe Maurizia Novelli
(4 Voti)

L’Isola di Cabrera, a NE della quale si sviluppa tutta una serie di isolotti e scogli, è situata a poche miglia a S di Maiorca.

Più precisamente l’Isolotto Na Foradada (quello più a N dell’arcipelago) dista circa 5 miglia dall’estremità sudorientale di Maiorca, ossia Cab de Ses Salines.

L’ingresso dell’unica insenatura dove è possibile sostare di notte a Cabrera, ossia di Puerto de Cabrera, dista 11 miglia da Ensenada de Sa Ràpita (Maiorca), che offre un ampio ancoraggio che è molto sfruttato dalle imbarcazioni in procinto di salpare alla volta di Cabrera.

cabrera boe 2 generale earth

 

Dal 1991 nell’Arcipelago di Cabrera è stato istituito un Parco Nazionale Marittimo e Terrestre, rigidamente regolamentato e controllato, al fine di salvaguardare la ricca flora e fauna sia marina che terrestre che popolano l’isola.

Anche navigazione e sosta sono strettamente regolamentate e anche solo per avvicinarsi all’isola ed entrare nell’insenatura di Puerto de Cabrera è indispensabile richiedere un’autorizzazione alla navigazione.

L’ancoraggio libero è vietato ovunque ed è possibile sostare di notte solo ormeggiando ad un gavitello del campo boe installato in Puerto de Cabrera.

All’interno dell’insenatura di Puerto de Cabrera il ridosso è pressoché totale. Solo forti e prolungati venti da NW, improbabili durante il periodo estivo, possono far salire onda.

In questa sede non mi dilungo affatto nella descrizione dell’isola né dell’avvicinamento ad essa (argomenti che ho trattato dettagliatamente in un articolo dedicato), ma mi limito a spiegare come ottenere l’autorizzazione alla navigazione, come effettuare la prenotazione della boa, dove sono installati i gavitelli, come ottenere l’autorizzazione alle immersioni e quali sono le regole del Parco che vanno rispettate.

Come ottenere l’autorizzazione alla navigazione

L’autorizzazione alla navigazione si ottiene on-line, seguendo le modalità di seguito descritte.

Andare al sito https://www.caib.es/rescabfront/ , registrarsi e successivamente richiedere l’autorizzazione alla navigazione e prenotare la boa, seguendo le indicazioni del sito.

Spero di fare cosa gradita a coloro che, come me, non sono “nativi digitali”, spiegando in modo dettagliato i vari passi da seguire.

Una volta entrati nel sito prima indicato, si apre la seguente pagina, che consente, oltre che di scegliere la lingua, di:

chiedere l’autorizzazione per le immersioni (Diving)

prenotare la boa (Mooring)

chiedere l’autorizzazione alla navigazione(Permit for navigation)

Nell’esempio che ho riportato ho scelto la lingua inglese.

cabrera boe 3 modulo

 

Prima di tutto si deve chiedere l’autorizzazione alla navigazione.

Cliccare su Permit for navigation

Si apre una pagina che contiene un modulo per registrare prima i dati del comandante e poi quelli dell’imbarcazione.

cabrera boe 4 modulo

 

Osservo solo che per quanto riguarda la voce Identity card/Passport number viene anche accettato il numero della carta d’identità per i non spagnoli, cosa che non è del tutto scontata (per esempio nella registrazione dei dati per i PortsIB = porti pubblici delle Isole Baleari, al momento in cui scrivo, non viene accettato il numero di carta d’identità italiana e deve necessariamente essere inserito il numero di passaporto).

In fondo al modulo sono anche riportati i Termini e le condizioni d’uso, la cui accettazione è obbligatoria per ottenere l’autorizzazione.

cabrera boe 5 moduloJPG

 

Riporto di seguito la traduzione in italiano dei Termini e condizioni d’uso, ossia delle principali regole da rispettare all’interno del Parco dell’Arcipelago di Cabrera.

  1. L’autorizzazione alla navigazione ha un anno di validità.
  2. L’ancoraggio libero non è consentito in nessun punto del Parco dell’Arcipelago di Cabrera.
  3. Le imbarcazioni lunghe fino a 15 metri in possesso di autorizzazione alla navigazione possono ormeggiare, solo di giorno a partire da un’ora prima del sorgere del sole, fino ad un’ora dopo il tramonto, a delle boe di ormeggio collocate in 3 aree dedicate all’ormeggio diurno (area A-Area del porto vicino al pontile principale 12 boe; area B-Sa Coveta Roja 8 boe; area C-Es Burri 30 boe. Ho indicato di seguito tali aree in una immagine dal satellite )
  4. I costi di tutti i danni provocati agli ormeggi dalle imbarcazioni in transito saranno richiesti al capitano o alla compagnia di charter.
  5. Vietata la navigazione alle moto d’acqua.
  6. Assolutamente vietato accendere fuochi sull’isola ed è anche vietato accendere barbecue a bordo.
  7. Solo i tender sono autorizzati ad attraccare a ciascuno dei due pontili di Puerto de Cabrera ed esclusivamente per la durata della visita.
  8. L’ancoraggio al pontile è vietato, salvo che in caso di necessità e salvo che alle imbarcazioni autorizzate.
  9. Vietato il volo dei droni

Confermare per accettazione.

Per ogni altra richiesta di informazione, rivolgersi al personale del parco, che risponde al numero:+34 630 98 23 63.

A questo elenco aggiungo anche che:

  1. E’ vietato portare animali a terra (quindi se per esempio si ha un cane, deve stare a bordo).
  2. Assolutamente vietata la pesca
  3. La balneazione è consentita, ma non si può assolutamente arrivare alle spiaggette con il tender, nemmeno a remi. Quindi o si va a riva a nuoto, cosa che non comporta pericoli, visto che non ci sono imbarcazioni a motore che sfrecciano tra una barca e l’altra, oppure, una volta che si è scesi al pontile con il tender, si raggiungono le spiaggette a piedi.
  4. E’ vietato approdare in un punto qualsiasi della rada con il tender: quando eravamo stati noi, un tender che era stato lasciato a riva sopra delle rocce, è stato avvistato dai rangers del Parco ed è stato portato via.
  5. A terra si può camminare liberamente da soli esclusivamente lungo una strada non asfaltata che conduce da un lato al castello e dall’altro al faro. I rangers del Parco organizzano delle visite guidate.
  6. La velocità all’interno della rada di Port de Cabrera non deve superare i 2 nodi.
  7. E’ vietato navigare in tender nella rada se non per andare a uno dei due pontili.
  8. E’ vietato sbarcare i rifiuti, visto che non ci sono punti di raccolta. I rifiuti vanno tenuti a bordo.

Come prenotare l’ormeggio (la boa)

Nella finestra:

cabrera boe 6 modulo


selezionando Mooring si apre una finestra che consente di selezionare il tipo di imbarcazione (privata o charter) e la lunghezza (fino a 12 metri, da 12 a 15 metri, da 15 a 20 metri, da 20 a 35 metri)

cabrera boe 7 modulo

cabrera boe 8 modulo

 

A titolo esemplificativo ho riportato la finestra di dialogo, avendo io selezionato una imbarcazione privata, di 12 metri di lunghezza, e avendo scelto come data di arrivo il 29 gennaio 2019 (giorno in cui ho scritto l’articolo).

Sulla finestra compare anche una mappa che indica in quale posizione della rada sono posizionate le boe ed il loro colore a seconda della lunghezza della imbarcazione.

Boe bianche per imbarcazioni lunghe fino a 12 metri

Boe gialle per imbarcazioni tra i 12 e 15 metri

Boe arancioni per imbarcazioni tra 15 e i 20 metri

Boe rosse per imbarcazioni tra i 20 e i 35 metri

A destra della mappa viene visualizzata la data di arrivo scelta ed il prezzo dovuto (nell’esempio il prezzo è di 9,12 euro per una boa bianca (12 metri) il 29 gennaio 2019.

Ovviamente il costo dell’ormeggio è in funzione del periodo prescelto, in luglio ed agosto il prezzo è maggiore.

A questo punto non resta che pagare (carta di credito) e automaticamente la prenotazione risulta effettuata.

Ora di arrivo: non prima delle 18 del giorno di arrivo

Ora di partenza: bisogna lasciare la boa entro le 17 del giorno di partenza.

In realtà per l’orario di arrivo si può arrivare anche un po’ prima, nella speranza che qualche imbarcazione in partenza sia già andata via. Nel frattempo si possono utilizzare i gavitelli dedicati all’ormeggio diurno.

A luglio ed agosto è possibile fermarsi solamente una notte, a giugno e settembre ci si può fermare due notti.

D’inverno ci si può fermare anche una settimana.

Noi siamo arrivati a Cabrera il primo di luglio e ci è stato consentito di rimanere due notti.

Occorre comunque prenotare l’ormeggio con molto anticipo: nel nostro caso, per esempio, siamo riusciti a prenotare ma abbiamo prenotato con una decina di giorni di anticipo (ed era solo la fine di giugno!).

Al momento dell’arrivo bisogna dirigersi verso la parte della rada che ha boe del colore corrispondente alla lunghezza della propria imbarcazione.

Nessuno aiuta nella presa di boa, ma prendere la boa non è difficile.

Tener conto che, in tutta la Spagna, le boe sono fatte allo stesso modo: alla boa principale è attaccata, con un pendino, una boetta più piccola dalla quale parte una cima con una redancia.

Con un mezzo marinaio basta tirare a bordo la boetta piccola, passare la propria cima (già pronta!) nella redancia e fissare la propria cima all’imbarcazione.

cabrera boe 9 presa boa

 

La sera dopo le 18 passa il canotto dei rangers del Parco, che controllano che tutte le barche alla boa siano provviste di autorizzazione (hanno già i nomi delle barche, non chiedono nulla).

La seguente fotografia ritrae il campo boe visto da S.

Sullo sfondo l’ingresso della rada e il castello.

cabrera boe 10 campo boe

 

Come già detto, è possibile attraccare con il tender al pontile principale.

Vicino al pontile del porticciolo ci sono alcune case, una delle quali ospita gli uffici del Parco, dove degli addetti sono a disposizione per tutte le informazioni e dove si può avere una brochure con la mappa del Parco.

Una casa ospita i servizi igienici, un’altra un piccolo bar ristorante dove, a pranzo, è possibile mangiare qualche cosa di molto semplice.

cabrera boe 11 pontile

 

Per i tender è anche possibile attraccare ad un secondo pontiletto, in corrispondenza del quale si trova un edificio che ospita dei servizi igienici.

Sulla seguente immagine dal satellite ho indicato le varie zone in cui è suddiviso il campo boe (bianche, gialle, arancioni, rosse), la zona A e la zona B dove sono posizionate boe dedicate esclusivamente all’ormeggio diurno, il pontile principale (con Ufficio Parco, servizi e bar), il secondo pontile nella parte SE della rada (servizi igienici), le due spiaggette e i ruderi di un’antica costruzione.

cabrera boe 12 dettaglio erth

 

Ho anche indicato la posizione di una grotta molto bella e conosciuta, Cova Blava (chiamata anche Grotta Azzurra) e , con una linea gialla, la rotta da tenere qualora si decida di andarla a visitare: tener conto che alla grotta è possibile arrivare, ma non ci si può addentrare nella rada a S di Punta de Cala Santa Maria poiché, come in molti punti nell’isola, vi è vietata la navigazione, anche a vela.

Quindi per arrivare alla grotta non bisogna addentrarsi nella rada e occorre tenere una rotta diretta.

Ovviamente è vietato ancorare di fronte alla grotta.

Se si dispone di un tender adeguato e in assenza di vento ed onda, si può raggiungere la grotta in tender (comunque chiedere ai rangers, qualora cambi la normativa).

La grotta è meta di molte barche turistiche che giungono da Colonia San Jordi e può capitare di riconoscerla da lontano per la presenza di diverse imbarcazioni in attesa di entrare.

cabrera boe 13 cova blava

 

Per terminare l’elenco dei divieti che vigono sull’isola, riporto di seguito la seguente mappa dal satellite, sulla quale ho indicato le zone in cui è vietata la navigazione, anche a vela.

Ho anche indicato con le lettere A, B, C le zone in cui sono stati installati dei gavitelli utilizzabili esclusivamente per ormeggi diurni, da imbarcazioni fino a 15 metri di lunghezza in possesso di autorizzazione alla navigazione.

A scanso di equivoci sottolineo ancora una volta che attualmente a Cabrera non è più possibile ancorare in nessun punto del Parco, a differenza di quanto riportato su alcuni portolani, che indicano le zone A, B, C come zone di ancoraggio diurno.

Infine ho indicato con il simbolo di una boa bianca la zona che ospita il campo boe dedicato alla sosta notturna, che è stato ampiamente descritto in precedenza.

cabrera boe 14 dettaglio earth

 

Come ottenere l’autorizzazione per le immersioni

Il permesso per le immersioni si ottiene on line andando al sito già detto in precedenza, cliccando su Diving nella finestra seguente (oramai ben nota) e seguendo le indicazioni del sito.

cabrera boe 15 modulo

 

Riporto a questo proposito la seguente mappa dal satellite in cui ho indicato le zone dedicate alle immersioni (diving).

cabrera boe 16 generale earth

 

Per ulteriori informazioni ci si può rivolgere al personale del Parco direttamente a Cabrera (che risponde al numero già indicato indicato in precedenza tel.+34 630 98 23 63).

Il recapito degli uffici del Parco Nazionale a Palma di Maiorca è:

Gremi de Corredos

Poligon son Rosinyol

07009 Palma di Majorca

tel. +34 971 177 647

Ricapitolando, per ottenere tutte le autorizzazioni suddette e per la prenotazione delle boe, andare al sito https://www.caib.es/rescabfront/

Anni fa, quando non era ancora possibile richiedere l’autorizzazione on-line, riuscire ad andare a Cabrera era tutt’altro che facile, ora la situazione è molto migliorata e questo sistema ci è sembrato decisamente più efficiente, a patto di prenotare con largo anticipo.

Ricordiamo ancora una volta che il Parco dell’Arcipelago di Cabrera è molto controllato e che tutte le regole vengono fatte rigorosamente rispettare. Tutto ciò garantisce che all’interno del Parco si respiri un’aria di serenità e tranquillità che difficilmente si può trovare in altre rade, pur bellissime, delle Baleari e che difficilmente si dimentica.

Una sosta a Cabrera è, di conseguenza, assolutamente consigliabile.

In questo articolo mi sono dilungata sulla normativa e su come ottenere tutte le autorizzazioni.

Della descrizione dettagliata dell’isola, dei (pochi) servizi e di ciò che si può vedere a terra ho parlato diffusamente in un articolo dedicato.

Forse l’unico punto che abbiamo trovato nelle nostre crociere in Spagna, che suscita emozioni e suggestioni analoghe a Cabrera, sono le Isole Columbretes (anch’esse Parco Naturale).

Termino l’articolo proponendo un’ulteriore fotografia di Puerto de Cabrera, scattata la mattina, dopo una notte da favola, foto che mi auguro riesca ad evocare la grande serenità che si vive in questa bella insenatura.

cabrera boe 17 ormeggio

 

share this item
facebook googleplus linkedin rss twitter youtube
item hits
Letto 531 volte